Imu 2013 si paga. Nessuna abolizione, parola dell’UE

, , Leave a comment

L’abolizione dell’Imu sulla prima casa viene stoppata da Bruxelles, parola del commissario Olli Rehn. L’Europa, preoccupata per il rispetto dei vincoli di spesa imposti all’Italia per il rientro dal rischio di default che metterebbe in pericolo l’intera eurozona, non vuole assolutamente che il gettito delle imposte abbia un calo di diversi miliardi di euro.

La tassazione, per favorire una ripresa economica e dare uno sgravio alle imprese (o si può leggere anche un contentino a Confindustria & co) potrebbe essere sempre di più applicata ai consumi e alle proprietà, diminuendo il carico fiscale su irap e costi del lavoro.

La bugia nei confronti degli Italiani è pronta: Letta afferma a Ballarò che «C’é l’impegno a togliere l’Imu sulla prima casa così come era concepita». Si toglie l’IMU e si mette l’IUD (Imposta sugli Immobili Differenziata – un’invenzione del nuovo nome della tassa) e per l’ennesima volta si cambierà nome o fisionomia ad una tassa che gli italiani continueranno a pagare.

Fabrizio Saccomanni ha fatto sapere che saranno avanzate soluzioni tra domani e la prossima settimana. Non resta che attendere.

Imu 2013 si paga. Nessuna abolizione, parola dell'UE scritto da